Logica = causa – effetto. La vera conoscenza è conoscere le cause (“verum scire est scire per causas”). Gestire un effetto è impossibile senza conoscere le cause. E più si è “bravi” nel conoscere le cause tanto più sarà facile pilotare o contenere od esaltare gli effetti.
Un concetto di buon senso che rischia però di essere messo in crisi, almeno nella sua efficacia, dall’analisi probabilistica. L’analisi probabilistica è un’analisi quantitativa che si basa su metodi statistici e ci dice che un effetto può essere più o meno dipendente da una causa, secondo un dato indice di correlazione.
Prima di questa analisi probabilistica, tuttavia, esistono metodi più semplici per impostare uno schema cause-effetti.
Giappone 1949 : l’ing. Kaoru Ishikawa viene posto a capo della Union of Japanese Scientist and Engineers (JUSE). Da qui e dagli incarichi ricoperti in ambito universitario guiderà il Giappone in quella che negli anni ’80 venne definita la guerra per la supremazia nella qualità industriale.
J.M. Juran, nella sua opera “A history of managing for quality” (anni ’90) scrveva “ Effettuare oggi una storia di gestione per la qualità è attuale, perché negli ultimi decenni questa si è spostata al centro della scena. Effettuare delle realizzazioni di qualità è sempre stato uno degli obiettivi dell’impegno della razza umana, ma raramente ha occupato in modo prioritario l'attenzione del management di alto livello. Gli eventi degli ultimi decenni (n.d. anni ‘80-‘90) hanno cambiato tutto. Inoltre, la qualità del prodotto è diventata il centro di intensa concorrenza internazionale. L'emergere del Giappone come superpotenza economica è in gran parte il risultato della sua rivoluzione nel gestire il fattore qualità. Inoltre la qualità del prodotto è emersa come lo scudo principale contro i danni alla sicurezza e della salute umana, e per l'ambiente.”
A nostro modo di vedere qualità industriale non è risolvere problemi con un enorme massa di dati ma (facendo un passo indietro) è dare una struttura di interpretazione di questi dati che renda l’analisi snella, comprensibile e soprattutto ricca di soluzioni utili.
Ecco prendere corpo la rappresentazione “ a lisca di pesce “ o (tributando il giusto merito all’Ing. Ishikawa) , rappresentazione di Ishikawa

gallery/ing ishikawa